Firenze, a Pitti Uomo 2015 niente spazi per woman fashion

 

 

Firenze, a Pitti Uomo 2015 niente spazi per woman fashion

La prossima edizione di Pitti Uomo, in programma dal 16 al 19 giugno alla Fortezza da Basso di Firenze, potrebbe prevedere grandi cambiamenti, primo fra tutti la cancellazione di Pitti W – Woman Precollections, il ‘salone nel salone dedicato alle pre-collezioni femminili lanciato nel 2008.

Firenze, a Pitti Uomo 2015 niente spazi per woman fashion

 

Il salone, finora ospitato negli spazi della Dogana, attigui alla Fortezza da Basso, dovrebbe chiudere i battenti a favore di una fiera unica. Secondo i ‘rumors’ le collezioni femminili non sparirebbero completamente nella nuova conformazione della fiera ma sarebbero inglobate tra i vari stand maschili dei padiglioni della Fortezza.

«Con il nostro team del Pitti Uomo stiamo lavorando al lancio di nuove sezioni espositive e al ridisegno di alcune di quelle esistenti secondo criteri e temi che guardano più ai contenuti stilistici e al lifestyle che non a rigide divisioni di genere che a volte possono limitare le possibilità espressive e di mercato di un’azienda», ha spiegato all’Ansa Agostino Poletto, vicedirettore generale e direttore marketing di Pitti Immagine.  «Ferma restando la chiara e predominante centralità dell’offerta maschile – ha aggiunto -, pensiamo che anche la presenza della moda donna ne uscirà valorizzata e meglio contestualizzata».

Firenze, a Pitti Uomo 2015 niente spazi per woman fashion

 

In verità tutti i dettagli vogliono essere mantenuti top secret in vista della conferenza stampa di presentazione dell’88/a edizione del salone, in programma il 14 maggio a Milano.

Ma già si capisce la nuova direzione nel comunicato stampa di presentazione degli ospiti speciali, diffuso la settimana scorsa, in cui si parla di ‘Menswear Guest Designer’ di Pitti Uomo 88, Moschino, e di ‘Womenswear Guest Designer’ della stessa edizione, Thomas Tait.

Firenze, a Pitti Uomo 2015 niente spazi per woman fashion

Articolo scritto da Redazione PinkItalia

pinkitaliafooter

Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di PINKITALIA  sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License. Ulteriori permessi possono essere richiesti contattando  redazionepinkitalia@gmail.com

Pinkitalia.it
Trattamento dati: Paola Guerci.
La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto.
I materiali inviati non verranno restituiti.
Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la pubblicazione sono reperite da internet o comunque da fonte liberamente accessibile e sono considerate di pubblico dominio (l. 41/633 art. 90) salvo diversa indicazione espressa. Qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, gli interessati o gli aventi diritto possono comunicare le loro osservazioni in merito alla pubblicazione delle immagini scrivendo a redazione@pinkitalia.it, che valuterà le richieste e l’opportunità di rimuovere le immagini pubblicate nel pieno rispetto delle normative vigenti.
La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte di Pinkitalia.it

Privacy Policy

Web Developer Fabio Folgori